Architects – 3

Standard

I had another interview.
During the last meeting I had with a local architect, I discovered some news. Every time the picture of the situation becomes clearer.
Apparently to be an architect in India seems not to be so simple and satisfying. For me it is a strange statement, here all is under construction and every time contractors race with the others to build the most modern, beautiful and stylish compound or mall in town. On the streets there are a lot of posters: “Inspired by the architecture and lifestyles of the sunny Mediterranean” or “designed by american architect XY” so I thought that there was a big interest about architecture and architects. Wrong. Research says that in India only 5-6% of buildings are built by architects. Why? Because it is not needed to call a technical figure to build a construction. You can do all by yourself, if you want, and normally they do this way. This is valid not only for houses, but also skyscrapers, malls, hospitals, etc, no duties, private people ask for permission and it’s done. So architects work with clients that want something special or that feel that it is better to have a professional partner during the construction, to avoid problems. Now I can understand a lot of things. Of course, It seemed impossible to me that the modern indian architectural style has been so similar to the style “cubes-with-holes” used in Italy during the Sixties.
But, how many professional architects are present in India? Officially 37 thousand, from the Council of Architects of India. 37 thousand, on a population of 1 billion and three hundred millions, it means one architect every more than 35 thousand people, it is like looking for a needle in a haystack. Almost 4 thousand are in Bangalore, on a population of 9 millions, a big crowding.
Which type of career has an architect in India? Normally, students matriculate at the university for a Bachelor degree in Architecture. After that, they have a lot of choices for the Master’s degree, branches like Business Administration and Building Management included. After the obligatory internship, they are directly enrolled in the National Council of Indian Architects. Some people choose to work for big firms, others to open their own office, as in Italy.
Go straight to the point. How much they earn as employees? A normal salary here is between 1 lakh and 10 lakhs / year, proportionally to the experience and the role they have to assume. The average for an architect with the years of experience that I have is between 2 lakhs and 7 lakhs, that means between 2400€ and 8300€ / year.
This statement doesn’t put the architect among the best professions to choose for a graduate. I have already heard this story…
That’s why a lot of little private offices are spreading all over the town, all the architects want to find their own customers to gain more money and to cut out for themselves a place on the Mount Olympus. Clearly all those offices can’t provide me easily a salary to work in India, considering that I need a minimum salary that is greatly out of the normal market. I need to be ‘out of the ordinary’. That’s the challenge here, for me.
From outside the second office I visited could be easily confused with a warehouse. Offices here are always on the first floor, so this time I needed to climb a very tiny staircase, those that not rarely you can face inside the oldest buildings in Genova. The door was open as usual, and inside I found a very nice interior, places were divided with huge structural glasses apparently without structures.
We spoke for two hours, I will see if there are possibilities. But the environment was really nice and the person pleasant. The colleague got graduated in 2002, so after twelve years today he has a studio with seven people as employees or internship, and one partner, a former schoolmate.
I’m very happy of these experiences, because I’m discovering a new world, a new approach.
To be continued…

Ho fatto un altro colloquio.
Durante l’ultimo incontro che ho avuto con un architetto del posto, ho scoperto altre novità. Piano piano il quadro della situazione diventa sempre più chiaro.
Apparentemente essere architetti qui non sembra essere così facile e soddisfacente. Per me questa affermazione suona strana, tutto è in contruzione ed ogni volta gli imprenditori fanno a gara tra loro per costuire il quartiere o centro commerciale più moderno, stiloso e bello della città. Per strada si trovano un sacco di cartelloni pubblicitari “Ispirato dalla architettura e dallo stile di vita del soleggiato Mediterraneo” o ” progettato dall’architetto americano XY”, quindi la mia idea era di un grande interesse per gli architetti e l’architettura. Sbagliato. Le ricerche dicono che solo il 5-6% degli edifici è progettato e costruito da architetti. Perchè? Perchè in India non è necessario chiamare un tecnico per costruire un edificio. Si può fare tutto da soli se si vuole, ed è quello che fanno quasi sempre. Questo è valido non solo per le case ma anche per grattacieli, centri commerciali, ospedali, ecc, nessun obbligo, un privato chiede l’autorizzazione e via. Quindi gli architetti lavorano con i clienti che vogliono qualcosa di speciale o che sentono che sia meglio avere un partner tecnico durante la costruzione, per evitare problemi. Ora capisco un sacco di cose. Certo, mi sembrava infatti impossibile che lo stile architettonico moderno indiano fosse così simile allo stile “cubo con buchi” dell’Italia degli anni ’60.
Ma quanti architetti ci sono in India? Ufficialmente 37 mila, dati del Consiglio Nazionale. 37 mila su una popolazione di un miliardo e trecento milioni di abitanti, vuol dire un architetto ogni più di 35 mila persone, è come trovare un ago in un pagliaio. Quasi 4 mila solo a Bangalore su una popolazione di 9 milioni, una concentrazione pazzesca.
Ma che tipo di carriera fa un architetto qui? Normalmente gli studenti si iscrivono all’Università per la triennale. Dopo quella, hanno un sacco di scelte per la specialistica, compresi i rami di Business Administration e Building Management. Dopo il tirocinio obbligatorio sono automaticamente iscritti al Consiglio Nazionale degli Architetti. Molte persone scelgono di lavorare per grosse aziende, molti altri di aprire il proprio studio professionale, un pò come in Italia.
Andiamo ora dritti al punto. Quanto guadagnano come impiegati? Un salario normale qui è compreso tra 1 lakh e 10 lakhs all’anno, proporzionalmente all’esperienza e al ruolo ricoperto. La media per un architetto con gli anni di esperienza che ho io si aggira tra i 2 lakhs e i 7 lakhs, che vuol dire tra i 2400€ ed i 8300€ all’anno.

Questo non colloca l’architetto tra le migliori professioni da scegliere per un laureato qui. Questa storia mi sembra di averla già sentita..
Ecco perchè un sacco di piccoli uffici si stanno spargendo in città, un sacco di architetti tentano di avere i propri clienti per guadagnare di più e ritagliarsi un posto sull’Olimpo. Chiaramente tutti questi piccoli uffici non possono fornirmi facilmente il salario utile a lavorare in India, contando che ho bisogno di un salario minimo che è abbondantemente fuori mercato. Quindi devo essere ‘fuori dall’ordinario’. Questa è la sfida per me, qui.
Da fuori il secondo ufficio che ho visitato poteva essere tranquillamente scambiato e confuso per un magazzino. Gli uffici qui sono spesso al primo piano quindi questa volta ho dovuto scalare una microscopica scala, di quelle che spesso si incontrano dentro gli edifici più vecchi a Genova. La porta era aperta, come al solito e l’interno era molto carino, gli spazi erano divisi tra loro da enormi vetri strutturali apparentemente senza sostegni.
Abbiamo parlato per un paio d’ore, vedremo se ci sono possibilità. Ma l’ambiente era veramente simpatico e la persona piacevole. Questo collega si è laureato nel 2002, quindi dopo una dozzina di anni oggi ha uno studio con 7 persone tra impiegati e stagisti ed un socio, una compagna di facoltà.
Sono molto contento di aver fatto questa esperienza, sto scoprendo nuovi approcci, un nuovo mondo.
Continua…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s